BLOG TOUR: Assassin’s Creed. Odyssey – Abstergo e Animus

Seconda tappa – 10 Ottobre – Abstergo e Animus

Bentornati sul blog, oggi vi propongo l’ultima tappa del  Blogtour dedicato al romanzo di Gordon Doherty, “Assassin’s Creed. Odyssey“, pubblicato in Italia da Sperling & Kupfer. 

Dettagli:

Titolo: Assassin’s Creed. Odyssey

Autore: Gordon Doherty

Editore: Sperling & Kupfer

Collana: Pandora

Pagine: 370

Uscita: 9 Ottobre

ISBN: 9788820066376

Prezzo: € 19,90

Trama:

Sparta, inverno 451 A.C. La piccola Kassandra, sette anni e un fuoco che le arde già dentro, condivide il calore della sua casa con la famiglia: il padre, la madre e il fratellino ancora piccolo, Alexios. Il fuoco che sente crescere in lei quando è con loro, le ha detto la mamma, si chiama amore, ma un amore diverso da quello doveroso degli spartani per la terra, lo stato e gli dei, un amore troppo personale. Per questo le ha fatto giurare di non dire mai a nessuno quello che prova. In una notte di quell’inverno, mentre il buio avvolge la casa e un vento di tempesta sibila tra le connessure, la quiete familiare è interrotta brutalmente dal rumore di unghie contro la porta. Sulla soglia, alcuni uomini a petto nudo sotto la pioggia mista a neve invitano i genitori a seguirli. Sono i vecchi sacerdoti della città e sembrano pronti a reclamare un sacrificio. Quello che l’Oracolo di Delfi aveva presagito e al quale nessuno può sfuggire. Nemmeno la famiglia di Kassandra, che tutti ammirano perché discende dal più grande eroe che Sparta abbia mai conosciuto, Leonida. Nemmeno quella famiglia nella quale regna l’amore. Quella notte qualcuno morirà. E per qualcun altro inizierà il viaggio verso la leggenda.

Acquistalo subito: Assassin’s Creed. Odyssey

Abstergo e Animus: La chiave è nel DNA

Oggi continuiamo il discorso iniziato ieri su Assassin’s Creed e andiamo ad analizzare in profondità l’Abstergo e l’Animus, due componenti fondamentali di questo universo. Ma andiamo in ordine.

L’Abstergo è una società farmaceutica e tecnologica che fa da facciata al moderno Ordine Templare, lo stesso che gli Assassini di tutte le epoche hanno tentato di contrastare con tutti i mezzi possibili.

Fra i suoi esponenti più noti ci sono personaggi famosi del calibro di Henry Ford e  Ransom Eli Olds, ma le vere menti dietro le malefatte di questa azienda sono Alan Rikkin e Warren Vidic, due uomini che sono disposti a sacrificare ogni cosa pur di ottenere i Frutti dell’Eden e i benefici che essi portano con se.
Negli anni l’Abstergo Industries si è impossessata di un interessante progetto della prima civilizzazione, ovvero l’Animus, una macchina riscoperta da Vidic che permette di sondare la memoria genetica di un soggetto al fine di recuperare i ricordi dei suoi antenati ed ottenere così preziose informazioni perdute nei secoli.
Questa azienda ha avuto origine nel momento in cui l’ordine Templare si è visto alle strette, braccato dagli Assassini da un lato e dal progresso dall’altro, così è nata questa facciata necessaria a nascondere il lato oscuro della nostra società.
Andando a scavare nella storia si possono trovare ovunque le tracce di questo ordine, dall’antico Egitto fino alla seconda guerra mondiale. Alcuni dei suoi esponenti pi famosi sono il Papa Rodrigo Borgia e lo stesso Cesare Borgia, incontrati per nostra (s)fortuna vestendo i panni di Ezio Auditore. Altri esponenti famosi di questo ordine sono Rasputin e probabilmente Hitler, in ogni caso tutte figure devianti che in un modo o nell’altro sono al centro della storia mondiale.

L’Abstergo Industries risulta inoltre implicata nella maggior parte delle rivolte apparse nella storia, fomentandone molte attraverso le giuste leve, persone fidate e affiliati templari che hanno oliato i giusti ingranaggi per fare in modo che si arrivasse ad uno spargimento di sangue, tutto volto ad ottenere il potere assoluto, lo stesso che avrebbe poi posto fine ad ogni conflitto con la repressione.

Oltre all’Animus l’Abstergo ha condotto molte altre ricerche nel corso della storia, e sembrerebbe implicata nell’esplosione di Tunguska e nel progetto Philadelphia. Ad ogni modo, Nonostante la costante ricerca di sviluppo di nuove tecnologie, l’Animus resta la pi grande scoperta portata alla luce da questa azienda.
L’animus ha visto diversi stadi di progettazione, dai primi prototipi alle versioni 2.0 e 3.0 create dagli Assassini, ma il picco massimo raggiunto da questa tecnologia è senza dubbio l’Animus Omega, la versione finale che permette anche ad altri soggetti di accedere ai ricordi degli antenati di altre persone.
Grazie all’Animus, però, non possibile soltanto rivivere i ricordi di una persona già morta, ma una delle sue caratteristiche principali è l’effetto Osmosi, grazie al quale è possibile anche apprendere le abilità fisiche sviluppate dai propri antenati.

Senza ombra di dubbio questa macchina è qualcosa di eccezionale, una creazione divina che a seconda dell’uso che se ne fa può portare una grande prosperità o a terribili disastri.

Senza dubbio i Templari sono persone malvagie e corrotte, sebbene devo ammettere che in alcuni capitoli della saga erano gli Assassini quelli dalla parte del torto, ma il loro concetto di libertà è sottomesso ad un potere così cieco da sopprimere ogni volontà all’ordine, mentre gli Assassini sono coloro che credono nel libero arbitrio, nella capacità dell’uomo di fare le proprie scelte senza il giogo di un padrone che gli dica cosa fare.
L’Animus è stato usato da entrambe queste fazioni per portare avanti una guerra che dura da millenni, forse dall’alba della vita nell’universo e che probabilmente avrà una fine sono quando tutto cesserà di esistere.
Ora spetta solo a voi tuffarvi a capofitto in questo conflitto nei panni di Cassandra e decidere il destino della Grecia antica.

Detto questo non posso far altro se non ringraziare infinitamente Sandy de La Stamberga d’Inchiostro per tutto l’aiuto che mi ha dato, come sempre.

Buona lettura!

Non perdetevi le altre tappe del tour!

Lascia un commento