BLOGTOUR: Jonas e il mondo nero di Francesco Carofiglio – Illustrazione

Seconda tappa – 19 Maggio – Illustrazione

Bentornati sul blog, oggi vi propongo l’ultima tappa del  Blogtour dedicato al romanzo di Francesco Carofiglio, “Jonas e il mondo nero”, pubblicato in Italia da Il Battello a Vapore. 
Come sempre mi occupo dell’illustrazione dedicata al romanzo.

Dettagli:

Titolo: Jonas e il Mondo Nero

Autore: Francesco Carofiglio

Età: Dai 9 anni

Editore: Piemme

Collana: Il battello a vapore

Pagine: 333

Uscita: 8 Maggio

ISBN: 9788856665000

Prezzo: € 16,00

Trama:

Jonas ha dodici anni e una vita normale. Almeno così sembra. In realtà nasconde un segreto: vede cose che altri non vedono. Presenze discrete, all’inizio, poi sempre più inquietanti. Arrivano da un’altra dimensione e pare che stiano cercando proprio lui. Un giorno Jonas si ritrova un biglietto in tasca, un messaggio cifrato, che sembra indicargli la strada da seguire. E, a poco a poco, si rende conto che è tutto vero: esiste un mondo sconosciuto, molto vicino a noi, e sta per trasformare la realtà in uno spaventoso universo senza luce. Il Giorno degli Incroci si avvicina e toccherà a Jonas fare la scelta più difficile: un incredibile atto di coraggio per impedire che il Mondo Nero prenda il sopravvento.

Acquistalo subito: Jonas e il mondo nero

Illustrazione

Passiamo ora alla parte che riguarda il mio lavoro per questa tappa del Blogtour.
Oggi il Mondo Nero invade il nostro e io amo le ombre, i mostri che ne scaturiscono e tutto ciò che li riguarda.
Ho sempre pensato che nell’ombra si nascondessero esseri orribili, incubi striscianti, forme di vita al limite della comprensione umana e questo è lo spunto che mi ha permesso di ideare questa illustrazione.
Pensando alle ombre che assumono l’aspetto del protagonista nel libro ho voluto creare un “proprietario” per quelle ombre, un essere orribile pronto a uccidere pur di conquistare. Per me un essere del genere è invisibile, qualcosa che non ha una presenza vera e propria, ma capace di far avvertire il pericolo come un brivido lungo la schiena che innesca la paura, il motore della fuga.
Questi che vedete sono la bozza e il lavoro finito che riguarda questo blogtour, ma ora è meglio lasciar parlare le immagini.

Detto questo non posso far altro che lasciarvi con questo mio piccolo tributo al libro e ringrazio infinitamente Sandy de La Stamberga d’Inchiostro per tutto l’aiuto che mi ha dato, come sempre.

Buona lettura!

“Quel che vedi non si sente
quel che senti non si vede
non restare sull’attenti
quando corre avanti il piede.”

Non perdetevi le altre tappe del tour!

Lascia un commento