BLOGTOUR: La donna che cancella i ricordi di Brian Freeman – Illustrazione

 

Seconda tappa – 19 Aprile – Focus On: Illustrazione

 
Benvenuti sul mio Blog, “The Room Tales“, per chi non mi conoscesse sono Carlo un illustratore/grafico e fotografo freelance e scrivo finalmente un vero e proprio articolo su questo blog!
Chi segue “La Stamberga D’Inchiostro” ormai dovrebbe conoscere bene me e le mie illustrazioni.
 
Sono felice di accogliervi ufficialmente su questo mio angolo dedicato alla mia “arte” se così si può definire. 

Dopo questa breve presentazione direi che è proprio ora di iniziare il nostro percorso attraverso la seconda tappa di questo Blogtour dedicato al nuovo libro di Brian Freeman, “La donna che cancellava i ricordi” pubblicato in Italia da Piemme.
 

Dettagli:

Titolo: La donna che cancellava i ricordi
Autore: Brian Freeman
Titolo originale: The night Bird
Editore: Piemme
Collana: Narrativa
Pagine: 384
Uscita: Aprile 2017
ISBN: 978-88-566-5855-2
Prezzo: € 18,50
 

Trama:

Per alcuni è capace di pura magia. Per altri, si diverte un po’ troppo a giocare a essere Dio. In ogni caso, che se ne pensi bene o male, la dottoressa Frankie Stein fa parlare di sé a San Francisco: ha sviluppato un controverso metodo di ipnosi in grado di cancellare il ricordo di eventi traumatici, ricostruendoli in modo da “diminuire” il coinvolgimento del soggetto.
Non tutti ci credono; tra i più scettici il detective della Omicidi Frost Easton – che spesso si ritrova a dover collaborare con Frankie in tribunale. Frost è un uomo con un passato ingombrante, che ha imparato a sue spese che non esistono i miracoli. E nemmeno le coincidenze. E infatti, quando una serie di donne ritrovate morte in zone diverse della città vengono identificate tutte come ex pazienti della dottoressa Stein, Frost sa che dovrà partire da lei per capire chi si nasconde dietro gli omicidi.
Se vogliono fermare il serial killer che sta terrorizzando la città del Golden Gate, Frankie e Frost dovranno così navigare, insieme, le acque burrascose di un’indagine sempre più intricata, imparando ad apprezzarsi a vicenda. Mentre il killer continua a colpire: chi sarà la prossima vittima?
La nuova serie di Brian Freeman assicura sorprese, colpi di scena, personaggi magistralmente tratteggiati e tutta l’atmosfera che la nebbiosa San Francisco può offrire. Un piacere assicurato.

Acquistalo subito:La donna che cancellava i ricordi

 
Focus On – Illustrazione
 
Passiamo ora alla parte che riguarda il mio lavoro per questa tappa del Blogtour.
Come ho già sono un illustratore e, in quanto tale, quando recensisco qualcosa su “La Stamberga D’Inchiostro” sono solito accompagnare il libro con una mia illustrazione personale. Anche stavolta ho seguito lo stesso modus operandi e ho deciso di accodarmi agli altri e accompagnare questo Blogtour con una tappa innovativa dedicata all’illustrazione. Il Thriller di Brian Freeman affonda le sue radici nel vasto mondo della psicologia, toccando in particolare l’ipnosi e i contorti meccanismi della memoria. Lascerò che siano le immagini a parlare.
Work in progress: 
 
“[…] la definivano maestra della memoria. Aiuta le persone a dimenticare le brutte cose.”
 
“Da mesi si sentiva un’estranea nella sua stessa vita. […] Diventi un guscio vuoto, abbandonato sulla sabbia.”
 
 
 
 
“Sapeva fin troppo bene che la memoria era inaffidabile e i ricordi giocavano scherzi al cervello.”
 
 
 
“Le persone credevano che i ricordi fossero fissi, ma nulla era più lontano dalla realtà. Ogni volta che un ricordo veniva tirato giù dallo scaffale della memoria e poi rimesso a posto, non era più quello di prima.”
 
 
 
 
“Il succo era che ogni ricordo era come argilla morbida. Mentre lo tenevi tra le mani potevi rimodellarlo e dargli una nuova forma.”
 
 
Per questa tappa è tutto, non perdetevi le prossime!
 
 
 
 
Lascia un commento