BLOGTOUR: La piccola libreria dei cuori solitari di Annie Darling – Illustrazione

Seconda tappa – 19 Luglio – 2×1: Illustrazione

Benvenuti sul mio Blog, “The Room Tales“, per chi non mi conoscesse sono Carlo un illustratore/grafico e fotografo freelance!
Chi segue “La Stamberga D’Inchiostro ormai dovrebbe conoscere bene me e le mie illustrazioni.
 
È ora di iniziare il nostro percorso attraverso la sesta tappa di questo Blogtour dedicato al nuovo libro di Annie Darling, “La piccola libreria dei cuori solitari” pubblicato in Italia da Sperling & Kupfer.
 

Dettagli:

Titolo: The Little Bookshop of Lonely Hearts

Autore: Annie Darling

Editore: Sperling & Kupfer

Collana: Pandora

Pagine: 316

ISBN: 9788820062330

Prezzo: € 19,00

Trama:

Può sbocciare l’amore tra una lettrice romantica e un cinico appassionato di thriller?

Nel cuore di Londra c’è una piccola libreria chiamata Bookends. Per quanto vecchia e malandata, è sempre stata un fantastico mondo di storie e di sogni per Posy Morland, sin da quando era bambina. Fino a farle da casa e da famiglia. Ma ora che l’anziana proprietaria, Lavinia, è morta lasciandole in eredità il negozio, Posy si ritrova a fare i conti con la realtà insieme ai colleghi: restano solo pochi mesi per pagare i debiti, rilanciare la libreria e scongiurarne la chiusura. Posy avrebbe già un piano: farne il paradiso dei romanzi d’amore, il punto di riferimento per tutte le lettrici romantiche. Ma il nipote di Lavinia, Sebastian, imprenditore senza scrupoli, è convinto che puntare tutto sui gialli sia la strategia vincente sul mercato. Mentre tra i due la battaglia si fa sempre più accesa, Posy sfoga la propria collera nella scrittura. Pagina dopo pagina, intesse una trama di ambientazione ottocentesca dove tra i protagonisti – identici, guarda caso, a lei e Sebastian – scatta inaspettatamente la passione. E se la fantasia fosse già realtà? Nella vita, come nel romanzo, starà a Posy scegliere il finale.

Acquistalo subito: La piccola libreria dei cuori solitari

Focus On – Illustrazione

Passiamo ora alla parte che riguarda il mio lavoro per questa tappa del Blogtour.
Come ho già sono un illustratore e, in quanto tale, quando recensisco qualcosa su “La Stamberga D’Inchiostro” sono solito accompagnare il libro con una mia illustrazione personale.
 
Anche stavolta ho seguito lo stesso modus operandi e ho deciso di accodarmi agli altri e accompagnare questo Blogtour con una tappa innovativa dedicata all’illustrazione.
 

Work in progress: 

Tom e le tre donne, lo staff di Bookends al completo, accostarono i bicchieri facendoli tintinnare, e Posy seppe con certezza che tutti e quattro si stavano prendendo un po’ di tempo per rivivere i loro ricordi più belli di Lavinia.

Ora che Lavinia non c’era più, che cosa ne sarebbe stato di Bookends? Era altamente improbabile, praticamente impossibile che un nuovo proprietario avrebbe consentito a lei e a Sam di rimanere nell’appartamento sopra il negozio senza pagare l’affitto. Non era un buon affare.

Con il suo misero stipendio da libraia, si sarebbero potuti permettere al massimo un buco lontanissimo da Bloomsbury.

Non perdetevi le altre tappe del tour!

Lascia un commento