ESSN – 12 illustratori ci mostrano di cosa hanno bisogno i bambini rifugiati

L’Unione Europea (UE) e il World Food Programme delle Nazioni Unite (WFP) hanno collaborato con alcuni illustratori di libri per bambini provenienti da tutta l’UE per rappresentare l’importanza degli oggetti quotidiani, per fornire speranza, sicurezza e comfort ai bambini rifugiati che sono stati sradicati dalle loro case.

Come esperti sulla comprensione e la visualizzazione del mondo dal punto di vista di un bambino, questi illustratori europei emergenti si sono riuniti per illustrare quanto gli oggetti di uso quotidiano possono significare per un bambino rifugiato.

Da un orsacchiotto o un libro di storia a uno spazzolino da denti o un paio di scarpe, questi oggetti offrono qualcosa che per loro può essere una scappatoia dalla triste realtà che vivono. Questi oggetti confortano i bambini facendoli sentire più vicini alle loro case. Scatenando l’immaginazione dodici illustratori emergenti provenienti da tutta l’Unione Europea, tra cui Danimarca, Grecia e Irlanda del Nord, mostrano come gli oggetti quotidiani influenzano in modo significativo la vita di un bambino e li aiutano a sentirsi sicuri nel loro nuovo paese.

IL PUNTO DI VISTA DI UNA BAMBINA

La storia di Nour ci fa capire quanto le piccole cose acquistate dai genitori grazie alla carta ESSN siano importanti per un bambino. L’UE e il Programma Alimentare Mondiale hanno chiesto a illustratori di libri per bambini di tutta Europa di aiutarci a comprendere l’impatto di questi beni di prima necessità attraverso gli occhi di un bambino.

Ecco alcune delle illustrazioni che partecipano a questa iniziativa.

Queste sono solo alcune delle bellissime illustrazioni che partecipano all’iniziativa, per saperne di più seguite questo link e date un’occhiata al sito di ESSN.

Buona lettura!

Lascia un commento